//FC NERVESA-PORTOMANSUÈ 3-4

FC NERVESA-PORTOMANSUÈ 3-4

Marcatori: pt 2’ Luna, pt 20’ Gnago, pt 28’ Fusciello, pt 33’ Luna, st 28’ Tartalo (r), st 32’  Franchetto, st 47’ Carraro.

FC Nervesa: Mion, Sandri, Biasi Manolache (st 30’ Rossetto), Marcon, Franchetto, Ton, Sciancalepore (st 30’ Cibin), Fracaro, Luna (st 40’ Concas), Mason (st 18’ De Martin), Visentin M. All. Baldi

Portomansuè: Scocco, Pederiva (st 1’ Talamini), Ebeobi, Hagan, Cofini, Perissinotto, Cardin, Dema, Gnago, Bounafaa, Fusciello (st 16’ Tartalo). All. Lombardi

Arbitro Castellin di Este

Bello ma sfortunato il Nervesa nella prima di campionato contro il Portomansuè. Dopo essere passato subito in vantaggio nelle prime battute, ha dovuto rincorrere per tutta la partita e solo un gol allo scadere degli ospiti ha infranto il sogno di portare a casa un punto strameritato.

Pronti via e al secondo arriva il primo gol con Sciancalepore che lavora un ottimo pallone sulla destra e serve al limite dell’area Luna bravo ad addomesticare un pallone che rimbalza male per depositarlo alle spalle di Scocco. Il pareggio arriva al 20’ con Gnago che di forza batte il diretto avversario e da posizione defilata fulmina Mion. Al 28’ la squadra di Lombardi passa in vantaggio quando Bounafaa dalla destra serve un pallone a favore di Fusciello che non dà scampo a Mion. La partita è un continuo cambio di fronte, senza respiro, e al 33’ il Nervesa mette le cose in parità ancora con Luna che approfitta di un servizio di Matteo Visentin per calciare il pallone che ancora una volta si infrange alle spalle del portiere ospite.

Il secondo tempo si apre su ritmi più blandi con le squadre che dopo un primo tempo scoppiettante cercano di tirare il fiato, ma al 28’ Gnago si invola verso la porta, Mion nel tentativo di intercettare la palla atterra il possente attaccante ospite inducendo l’arbitro a indicare il dischetto del rigore. A trasformare la massima punizione si incarica l’ex di turno Tartalo che dopo aver spiazzato Mion non festeggia per rispetto di quella che fino allo scorso anno era la sua compagine. La partita è per cuori forti e al 32’ il neo entrato Cibin si invola verso la porta e viene spinto da dietro in area da Cofini. Castellin non ha dubbi e indica il dischetto dove lo stesso Cibin si incarica di trasformare dagli undici metri con Scocco che intuisce la traiettoria mandando però la palla sui piedi di Franchetto che coglie l’occasione per portare il risultato sul 3 a 3. L’arbitro Castellin, oggi parso non in splendida giornata (e siamo buoni), decreta cinque minuti di recupero, fatali per la squadra montelliana perché al 47’ Carraro lasciato colpevolmente libero dal limite lascia partire un tiro non irresistibile ma angolato dove Mion non può arrivarci.

Domenica il Nervesa riposa. Il prossimo appuntamento con i nostri ragazzi sarà il 23 settembre quando saranno ospiti del LiaPiave.

#wearefcnervesa

2018-09-09T16:30:09+00:00 settembre 9th, 2018|news|0 Commenti

Scrivi un commento